“Ahi serva Italia, -anche oggi – di dolore ostello!”. L’amara riflessione di uno studente del Trinchese di Martano


L’attualità del VI Canto del Purgatorio dantesco, ben 700 anni dopo. Ecco l’elaborato di un giovane del quarto anno dell’Istituto martanese.

Nel Canto Sesto del Purgatorio della Divina Commedia dantesca, l’autore pronuncia la celebre invettiva all’Italia, divenuta uno dei passi più conosciuti e commentati dell’opera. Un successo dovuto in larga parte alla sua sorprendente attualità.

CONTINUA A LEGGERE DA LECCE NEWS